News

Scudetto Campano: buona la prima

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Un caldo sole ha illuminato la prima giornata di gare del circuito Scudetto Campano. I 259 partecipanti alla terza Cronometro dei Templi, organizzata dall’associazione Cilento Bike Ciclidea, hanno pedalato all’ombra dei maestosi giganti rimasti immuni al lento, ma inesorabile incedere del tempo.

La manifestazione assegnava punti validi per le classifiche dei circuiti Scudetto Campano e Scudetto Campano Crono 2018. I resti dell’antica città fondata dai coloni greci sono stati invasi già di buon mattino da ciclisti e familiari che hanno scelto Paestum per trascorrere un’indimenticabile giornata all’insegna del turismo e della storia della nostra nazione.

Queste le classifiche della manifestazione 

Classifica assoluta maschile

Classifica assoluta femminile 

Il quarantunenne romano Sergio Sinesi è uno dei protagonisti assoluti della storia della Cronometro dei Templi. In tre edizioni della manifestazione organizzata dall'associazione Cilento Bike Ciclidea ha conquistato ben due successi assoluti (2016 e 2018) e il secondo posto assoluto lo scorso anno. "Lo scorso anno avevo deciso di cambiare completamente l'assetto della bici da cronometro. Dopo le prime tre gare in cui ho fatto registrare un tempo alto ho deciso di tornare al precedente assetto e i risultati che ho conquistato hanno confermato la validità di questa scelta".

Un passato da biker e la passione per le prove contro il tempo. Questa l'attività agonistica che ha caratterizzato e continua a farlo l'impegno di Sinesi: "oggi utilizzo la MTB soprattutto per allenarmi. Durante la settimana esco due volte in MTB, mentre nel weekend mi dedico all'attività su strada, allenandomi o partecipando a manifestazioni. A ciò unisco ginnastica a corpo libero e due volte a settimana spinning di cui sono insegnante".

Tornando alla gara di Paestum, Sinesi elogia il comitato organizzatore della manifestazione: "Partecipo a gare contro il tempo in tutta Italia e trovare eventi in cui pedalare in circuiti completamente chiusi al traffico e con un elevato numero di partecipanti vi assicuro non è facile. Pertanto mi complimento con gli organizzatori per il loro operato. Il percorso, di per se, non era troppo impegnativo perché completamente pianeggiante. Ma in una gara contro il tempo è tutto relativo perché ogni crono è impegnativa di per se, indipendentemente dal percorso"

logo scudetto 2017 retina no logo

Sito ufficiale del Circuito Campano di gare amatoriali granfondistiche.